Articoli con tag 'rock'

Piccoli chitarristi crescono

Se un giorno improvvisamente i nipotini di EC
[ Technorati Tags: , , , ]

Qualcuno lo dica a sua sorella

Al di là di qualche fugace siparietto e rispetto ai precedenti degli ultimi anni, il nuovo (talk-) show di Adriano Celentano ha perso anche l’ultima caratteristica che li rendeva vagamente degni di essere seguiti: la musica dal vivo. Con la sua voce dal vivo.
[ Technorati Tags: , ]

I torrent video del Crossroads Guitar Festival 2007

Grazie al tracker HungerCity e alle migliaia di utenti che lo animano, per tutti gli appassionati di rock, blues e chitarre è ora disponibile l’elenco completo dei link ai file bittorrent che consentono il download dei video delle esibizioni degli artisti che hanno partecipato alla seconda edizione del Crossroads Guitar Festival, tenutosi durante lo scorso luglio a Bridgeview, nei dintorni di Chicago, e organizzato dal chitarrista Eric Clapton. Praticamente tutti i torrent relativi al materiale audio-video sono ancora attivi, quindi è meglio affrettarsi… Per tutti i dettagli tecnici di base si rimanda alla sezione Claptonboots di "Quid Tum?", per quelli inerenti le registrazioni alle specifiche tecniche accessibili tramite i link indicati. Ecco la lista. Enjoy! [ Si precisa che il materiale segnalato non è fisicamente ospitato sul server di questo sito né risulta al momento ufficialmente pubblicato o in commercio ] Continua a leggere ‘I torrent video del Crossroads Guitar Festival 2007′

I went down Two the Crossroads…

A partire dalle 12 (le 19 ora italiana) si svolgerà domani al Toyota Park di Chicago la seconda edizione del Crossroads Guitar Festival, mega-manifestazione musicale condotta dall’attore Bill Murray e promossa da Eric Clapton per riunire i più grandi chitarristi rock e blues del mondo e raccogliere fondi a favore del Croassroads Centre di Antigua, Caraibi. Una causa che dal 1997, anno della fondazione della struttura da parte di Slowhand, punta al recupero delle dipendenze dall’alcol e dalle più svariate sostanze chimiche con specifici programmi di riabilitazione. Come già nella prima edizione svoltasi nel 2004 e immortalata su DVD, anche in questo caso il maxiconcerto sarà accompagnato da un vero e proprio villaggio della chitarra con padiglioni dedicati a concorsi e dimostrazioni di tecniche e interventi di manutenzione delle chitarre da parte di artigiani altamente specializzati. L’evento musicale potrà essere seguito dal vivo on line a partire dalle 13:30 (20:30 ora italiana). [ Crossroads 2004 video archive ] [ Guarda EC e John Mayer a Good Morning America, ABC, 20.7.2007 ] [ Technorati Tags: , , , , , , ]

EC & Steve Winwood: Highclere Countryside Rocks (GB), 19 maggio 2007

[ scarica il video ] VIDEO NON PIU’ DISPONIBLE
[ Technorati Tags: , , , ,
]

Continua a leggere ‘EC & Steve Winwood: Highclere Countryside Rocks (GB), 19 maggio 2007′

Don’t think twice, it’s NOT right

Ma dovevano scegliere proprio il quindicennale dell’evento rock del secolo (scorso)?
[ Technorati Tags: , , , ]

Un ConcertOne, per farsi riconoscere

Anche quest’anno, il concertone del 1° maggio in piazza San Giovanni a Roma è passato. Con il suo corredo di figuracce al seguito e nonostante un livello musicale lievemente più alto del solito, il che è tutto dire per chiunque non abbia assistito alle edizioni pecedenti. Con il suo bagaglio di propaganda politica d’accatto ad anticipare l’esibizione degli "artisti" più convinti che la musica debba "lanciare messaggi" connotati politicamente (ovviamente a sinistra, ovvero ossessionati dal Lord Voldemort della politica italiana) anziché essere pura evasione, puro godimento estetico. Quando la musica diventa un dettaglio e come se problemi e diritti dei lavoratori fossero prerogativa di una parte politica, sempre la stessa. Tra gli highlight di quest’anno, a parte la finezza del solito sfogo anticlericale imbecille quanto all’apparenza isolato del Rivera anti-abatino, meritano la menzione d’onore:

  • la totale inconsapevolezza, da parte di autori e conduttrice, di una pur vaga distinzione tra rock e rock ‘n’ roll — quest’anno si intendeva celebrare i cinquant’anni dell rock italiano a partire dalla presunta origine in Mai ti dirò di Adriano Clentano (che si è giustamente  guardato dal partecipare) — mentre si procedeva, in realtà, alla mediocre commemorazione (funebre) degli esordi del massimo epigono nostrano di Elvis.
  • la chicca servita dalla Gerini per riferirisi alla mini-maratona promossa da un’ente not-for-profit come "mini-maratona mica tanto: sono (ben) 5 chilometri!"
  • l’incapacità della stessa di togliersi di dosso lo sguardo trasognato e l’aria da intrattenitrice di sagra paesana per approfittare della presenza del grande e ottantunenne Chuck Berry e scodellargli un paio di domande giuste a fine esibizione, nonostante i legittimi dubbi che avesse gli argomenti e soprattutto i mezzi per farlo. Mostrando, d’altra parte, un approccio che avrebbe ancora una volta segnato l’apoteosi della Sindrome di Pippo Baudo: inutile concordare con la guest-star di turno i contenuti di un’esibizione come previsto dall’abicì dell’event-managing, tanto ci sarà sempre una brava presentatrice disposta a sputtanare cinquantanni di una carriera da inventore di un certo modo di suonare e interpretare il rock ‘n’ roll, facendo da ponte verso il rock. Go Johnnie go. Fa testo al riguardo la magistrale risposta servita dal grande Slowhand ad una cinguettante e retorica Carlucci a caccia di dichiarazioni di circostanza alla fine di un’esibizione magistrale durante l’edizione del ‘96 del "Pavarotti & Friends": - I just play.

[ Technorati Tags: , , , , , ]

Di naso in figlio

Father and snortIntervistato dal magazine musicale NME, il sessantatreenne chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards ha dichiarato di non aver saputo resistere alla tentazione di sniffare le ceneri del padre Bert, deceduto e cremato all’età di 84 anni nel 2002. La manager dell’artista ha successivamente fatto sapere che la frase era stata pronunciata ‘per scherzo’.
[ Technorati Tags: , , , ]

“The Road to Escondido”

E’ in arrivo "The Road to Escondido", nuovo disco di Eric Clapton disponibile on line a partire dal 7 novembre (nei negozi italiani chissà quando). Il CD è una collaborazione con il mitico J.J.Cale, amico di Slowhand di vecchia data e autore, oltre che di 11 dei 14 pezzi dell’album, anche delle versioni originali di due tra i classici più famosi che Clapton abbia portato al successo grazie alla propria interpretazione, come After Midnight e Cocaine. L’album, registrato nell’estate del 2005 in California anche a seguito della partecipazione di JJ al Crossroads Guitar Festival organizzato a Dallas da Clapton l’anno precedente, è stato coprodotto in ugual misura dai due musicisti, lasciando spazio sia al tipico e stringato Tulsa-sound low-key della musica di Cale, sia alla maestria interpretativa e strumentale di Slowhand, dando luogo ad un affascinante ibrido a metà tra blues, rock, folk e country. Clapton ama definire J.J. Cale un "artigiano della musica", uno dei più importanti musicisti degli ultimi trent’anni e uno dei suoi maestri artistici oltre che un importante punto di riferimento anche in termini di doti caratteriali e personalità, per la sua umiltà, lo stile di vita riservato e la tendenza a sottrarsi agli onori mondani della grande ribalta internazionale. Un tratto, quest’ultimo, che Clapton ha sempre per molti aspetti malvolentieri mancato di emulare, intrattenendo con la propria fama un rapporto ambivalente che spesso sfugge ad una conoscenza superficiale dell’artista. Per contro, J.J.Cale ha dichiarato che gli sarà sempre grato per la fama conquistata indirettamente grazie alle due famose cover registrate da Clapton, aggiungendo che "se non fosse stato per lui, adesso starei vendendo scarpe". L’album è dedicato alla memoria del grande Billy Preston e a Brian Roylance, amico personale di Eric.


Guarda il video della registrazione:
   

Guarda il trailer:
                                       
220 KB/s  –>    700 KB/s  –> 220 KB/s  –>    700 KB/s  –>
220 KB/s  –>    700 KB/s  –>    220 KB/s  –>    700 KB/s  –>

Con Windows Media Player, cliccare con il tasto destro del mouse sul link, scegliere "Salva destinazione come…" e quindi aprire il file con WMP; con Quicktime è sufficiente avere il software installato e cliccare sul link.

Poster

To commemorate the Madison Square Garden concerts (28 / 29 / 30 September 2006), Eric Clapton commissioned a limited edition series of posters. There is one poster for each of the three nights at MSG. Created by artists Chuck Sperry and Ron Donovan of Firehouse Kustom Rockart Co., they depict guitars famously associated with Eric Clapton. The posters have been hand-signed by the artists and have already created quite a buzz in the rockart community.

Continua a leggere ‘Poster’

Dimenticare Venezia

Non perché non piaccia, anzi. Lo storico dell’arte e dell’archeologia Salvatore Settis, direttore della Normale di Pisa, neopresidente del Consiglio superiore dei Beni culturali ed autore, tra gli altri, del celebre pamphlet "Italia S.p.A. L’assalto al patrimonio culturale" (Einaudi, 2002), lancia un grido di dolore sull’uso spesso sconsiderato che viene fatto delle piazze di molte città italiane. La memoria corre subito a quel luglio del 1989 in cui, per un concerto (indimenticabile - lo seguii da Rimini) dei Pink Floyd, si allestì un mega-palco galleggiante di fronte a piazza San Marco a Venezia. L’evento fu un grande spettacolo non solo musicalmente ma anche "sul piano mediatico", visto che fu trasmesso in diretta internazionale e coglieva la band in un momento di particolare splendore, se non vado errato dopo la pubblicazione di A momentary lapse of reason. L’organizzazione locale fu però una catastrofe: nessun bagno pubblico o punto di ristoro, tafferugli tra la folla con rischio di gravi incidenti per mancanza di significative zone cuscinetto, montagne di rifiuti e sporcizia. Unica soluzione alla ressa, un bagno in laguna. Il giorno seguente offrì un panorama che sintetizzava l’indifferenza italica per il nostro patrimonio culturale, ridotto a latrina a cielo aperto. Viene spontanea l’immagine di una affascinante nobildonna stuprata nonostante l’età, o forse proprio per questa. Altri esempi e testimonianze sono nell’articolo-intervista, in cui risalta, credo, la considerazione  dell’urgenza che la nostra società massificata anteponga le esigenze della civiltà a quelle dello spettacolo, ovvero dei celebrati media, il cui codice pare oggi indispensabile adottare se si vuol essere ascoltati. Ma non è facile parlare di corda in casa dell’impiccato. Continua a leggere ‘Dimenticare Venezia’

Shine On

Syd Barrett

6 gennaio 1946 - 7 luglio 2006

"E’ morto serenamente a casa. Ci sarà una cerimonia funebre privata nei prossimi giorni". Così Alan Barrett ha confermato la notizia della morte del fratello Syd, all’anagrafe Roger Keith Barrett, avvenuta qualche giorno prima nell’abitazione dei genitori per complicazioni dovute al diabete. Syd Barrett, ex voce e chitarrista della storica formazione rock dei Pink Floyd, viveva da anni in stato di semi-isolamento e di malattia mentale in uno scantinato del palazzo di famiglia, dopo la fama conseguita grazie alla fondazione del gruppo da lui intitolato ai bluesmen Pink Anderson e Floyd Council.
Continua a leggere ‘Shine On’