Articoli con tag 'quid_tum?'

Vitruviana-mente

La dura vita degli architetti oggi.
[ Technorati Tags: , ]

Corti islamiche

Che cosa facevano i gitanti della domenica in visita alla casa degli orrori di Erba? Esattamente la stessa cosa che ci faceva l’inviato del Corriere.

Piccone risanatore/2

Sembrerebbe profilarsi un trend. Inquietante.

Ma che è successo a Google? (a.k.a.: creTin.it/2)

Le pagine del gigante della rete mi risultano inaccessibili e gli Adsense non sono visibili su vari blog, compreso questo. Mi sono perso qualche annuncio importante o è un caso di colossale guasto o atto di pirateria destinato a far discutere?

Update 1:  pare che il problema sia tutto nostro, riguardando forse un router milanese di seabone.net. Se ne parla nei commenti a questo post (grazie a Tackutoha per la segnalazione). Per il momento è bastato resettare la connessione, ma trovo l’episodio discretamente vergognoso oltre che vagamente inquietante.

Update 2: una soluzione più elegante (e definitiva) può essere quella di modificare alcuni parametri della propria connessione Internet relativi agli indirizzi dei server DNS, adottando quelli suggeriti e supportati dal progetto OpenDNS. Questione di un attimo, e funziona. Finora. Chiare istruzioni per le varie piattaforme e configurazioni sono disponibili qui.

Update 3:
un altro suggerimento, più radicale, è disponibile qui.

[ leggi creTin.it ]

“Hic et nunc” ed eutanasia

Ho il non troppo vago sospetto che sull’eutanasia tutto ciò che conta davvero sia stato detto lapidariamente da Agostino (“dilige et quod vis fac”: ama e fa ciò che vuoi) e da Pascal (“la vrai morale se moque de la morale”: la vera morale si fa beffe della morale). Da queste due celebri massime, scaturite entrambe dalla consapevolezza dello scacco a cui è votato ogni tentativo di formulare una legge morale assoluta, si deduce infatti che nell’ora delle scelte decisive, e dunque anche in quei terribili momenti in cui potremmo dover decidere se assecondare o no la volontà di morire di un altro essere umano, saremo sempre assolutamente soli con noi stessi – e con quell’insopprimibile Altro che nessuno sa bene se risieda solo fuori o solo dentro di noi. Se mai dunque dovesse accaderci di trovarci accanto a una persona cara che ci supplica di aiutarla a spegnersi, non potremmo né dovremmo fare altro che quel che il cuore ci imporrà di fare. Disporre di questa libertà non è certo un privilegio rassicurante, ma è consolante sapere che due cristianissimi giganti del pensiero occidentale ci autorizzano a servircene infischiandoci sia della legge che della morale.

Ruggero Guarini [Il Foglio]

Ovvero: quando contano solo le circostanze contingenti, alla larga dalle facili generalizzazioni coperte da tragiche coperture giuridiche. Alla faccia di chi vuole semplificare, banalizzare, generalizzare, standardizzare persino il mistero della morte, ovvero anche quello della vita.

Backstroke extravaganza/2

Si riparte!