Articoli con tag 'esteri'

Barack e burattini

Sontuosa analisi del solito Christian Rocca sul "nuovo fenomeno" della politica USA.

[ … ] La vittoria di Barack Obama in Iowa e i formidabili sondaggi in New Hampshire, entrambi stati con oltre il 90 per cento di popolazione bianca, non hanno soltanto destabilizzato la campagna elettorale di Hillary Clinton, ora flagellata dall’aura dell’inevitabilità di una sconfitta, ma hanno anche fugato il dubbio che l’America bianca non avrebbe mai votato per un candidato nero. Questo dato, in teoria, dovrebbe convincere la scettica comunità afroamericana sulle possibilità di Obama di diventare il primo presidente nero, ma un interessantissimo libro, “A Bound man”, scritto dall’intellettuale afroamericano Shelby Steele sostiene il contrario. [ leggi su Camillo ]

[ Technorati Tags: , , , , ]

Aspettando l’Eco di Mombasa

Non bastavano le stroncature di New York Times e Times: ora ci si mette persino il Clarìn a sbertucciare l’Italia dei Prodi e dei Napolitano. E che sia il maggior quotidiano di un paese che fino all’altro ieri si dibatteva in una delle più disastrose crisi economiche di tutti i tempi la dice assai lunga a chiunque abbia orecchie per sentirlo. Saluti dal Terzo Mondo.
[ Technorati Tags: , , , , , ]

Stasera mi Bhutto

In un’intervista telefonica concessa alla stampa nonostante l’ennesima detenzione agli arresti domiciliari, la leader dell’opposizione pakistana Benazir Bhutto ha dichiarato per la prima volta che sarebbe meglio se il generale Pervez Musharraf se ne andasse.
[ Technorati Tags: , , , ]

Quando un rapimento non fa notizia

Alan Johnston, affermato reporter della BBC, è scomparso dalla striscia di Gaza da più di 3 settimane (dallo scorso 12 marzo) e nulla si sa ancora della sua sorte. Si era trasferito in quella zona per fare meglio il proprio lavoro, per poter raccontare meglio le difficili condizioni di vita della popolazione in quel lembo di terra travagliato del Medioriente. Eppure i governi occidentali sembrano tuttora indifferenti alla sua vicenda e la maggior parte dei media preferisce parlare anche in Italia di paranoie da buvette parlamentare, di pruriti da sala d’aspetto di pollaio ridecorato a studio professionale, di risse di portineria a sfondo giudiziario. Nulla sembra poter scalfire la calma sicumera della stampa nazionale dopo il lieto fine della lunga veglia di preghiera culminata nello psicodramma collettivo dell’affaire Mastrogiacomo, nella sua liberazione e soprattutto nell’allegra scarcerazione di una manica di tagliagole e bombaroli dalle galere afghane, per la gioia dei nostri militari che rischiano la pelle nella regione.
Continua a leggere ‘Quando un rapimento non fa notizia’