Articoli con tag 'ec'

Piccoli chitarristi crescono

Se un giorno improvvisamente i nipotini di EC
[ Technorati Tags: , , , ]

Isn’t it a Pity?

Isn’t it a pity
Isn’t it a shame,
How we break each other’s hearts
And cause each other pain.

How we take each other’s love
Without thinking anymore,
Forgetting to give back
Isn’t it a pity.

Some things take so long
But how do I explain,
When not too many people
Can see we’re all the same.

And because of all their tears
Their eyes can’t hope to see,
The beauty that surrounds them
Isn’t it a pity.

Isn’t it a pity
Isn’t is a shame,
How we break each other’s hearts
And cause each other pain.

How we take each other’s love
Without thinking anymore,
Forgetting to give back
Isn’t it a pity.

Forgetting to give back
Isn’t it a pity.

Forgetting to give back
Now, isn’t it a pity.
___________________________
George Harrison,
All Things Must Pass (1970)

[ Technorati Tags: , , calcio, , , , ]

Animali d’affezione

Eric Clapton possiede un maiale di nome Gordon.
[ Technorati Tags: , , , ]

“Clapton - The autobiography”

Clapton - The autobiography, oltre al doppio CD retrospettivo Complete Clapton", è disponibile online.
|

|
[ Technorati Tags: , , , , , , ]

I torrent video del Crossroads Guitar Festival 2007

Grazie al tracker HungerCity e alle migliaia di utenti che lo animano, per tutti gli appassionati di rock, blues e chitarre è ora disponibile l’elenco completo dei link ai file bittorrent che consentono il download dei video delle esibizioni degli artisti che hanno partecipato alla seconda edizione del Crossroads Guitar Festival, tenutosi durante lo scorso luglio a Bridgeview, nei dintorni di Chicago, e organizzato dal chitarrista Eric Clapton. Praticamente tutti i torrent relativi al materiale audio-video sono ancora attivi, quindi è meglio affrettarsi… Per tutti i dettagli tecnici di base si rimanda alla sezione Claptonboots di "Quid Tum?", per quelli inerenti le registrazioni alle specifiche tecniche accessibili tramite i link indicati. Ecco la lista. Enjoy! [ Si precisa che il materiale segnalato non è fisicamente ospitato sul server di questo sito né risulta al momento ufficialmente pubblicato o in commercio ] Continua a leggere ‘I torrent video del Crossroads Guitar Festival 2007′

I went down Two the Crossroads…

A partire dalle 12 (le 19 ora italiana) si svolgerà domani al Toyota Park di Chicago la seconda edizione del Crossroads Guitar Festival, mega-manifestazione musicale condotta dall’attore Bill Murray e promossa da Eric Clapton per riunire i più grandi chitarristi rock e blues del mondo e raccogliere fondi a favore del Croassroads Centre di Antigua, Caraibi. Una causa che dal 1997, anno della fondazione della struttura da parte di Slowhand, punta al recupero delle dipendenze dall’alcol e dalle più svariate sostanze chimiche con specifici programmi di riabilitazione. Come già nella prima edizione svoltasi nel 2004 e immortalata su DVD, anche in questo caso il maxiconcerto sarà accompagnato da un vero e proprio villaggio della chitarra con padiglioni dedicati a concorsi e dimostrazioni di tecniche e interventi di manutenzione delle chitarre da parte di artigiani altamente specializzati. L’evento musicale potrà essere seguito dal vivo on line a partire dalle 13:30 (20:30 ora italiana). [ Crossroads 2004 video archive ] [ Guarda EC e John Mayer a Good Morning America, ABC, 20.7.2007 ] [ Technorati Tags: , , , , , , ]

EC & Steve Winwood: Highclere Countryside Rocks (GB), 19 maggio 2007

[ scarica il video ] VIDEO NON PIU’ DISPONIBLE
[ Technorati Tags: , , , ,
]

Continua a leggere ‘EC & Steve Winwood: Highclere Countryside Rocks (GB), 19 maggio 2007′

Don’t think twice, it’s NOT right

Ma dovevano scegliere proprio il quindicennale dell’evento rock del secolo (scorso)?
[ Technorati Tags: , , , ]

Ipse dixit

He plays better blues than most of us and may be the best living rock ‘n roll guitarist there is.

B.B. King, Reader’s Digest, ottobre 2006
[ Technorati Tags: , , ]

Koalapton

Tra un concerto e l’altro in Oz, Eric Clapton medita un rapimento. [ clicca sull’immagine per ingrandirla ]

Anatomia di un assolo

Direttamente dal trasmettitore wireless montato sulla chitarra di Eric, l’assolo di Kind Hearted Woman dalla serata del 30 novembre 2003: scarica il file mp3. Si tratta della traccia sonora non filtrata prodotta a partire dall’impulso elettrico emesso dai pickup e catturata prima che essa arrivi all’amplificatore della chitarra. E’ possibile apprezzare non solo il ricco fraseggio di Slowhand, ma anche il dinamismo del suo tocco, con la diversa sollecitazione impressa di volta in volta dal plettro sulle corde. Per una versione integrale dello stesso pezzo, confrontarla con quella della serata del successivo 10 dicembre: scarica il file m4a (eseguibile con Winamp).

Madison Square Garden live e intervista nipponica

Durante ogni tour mondiale, le date dedicate al pubblico dell’estremo Oriente, e giapponese in particolare, hanno sempre assunto per EC un significato particolare. Ciò è dovuto sia al calore che da quelle parti gli è sempre stato tributato - calore che ha tra l’altro prodotto uno sviluppo a sé stante del mercato discografico locale, sempre pronto a sfornare straordinarie ‘chicche’ difficilmente accessibili agli appassionati occidentali - sia ad una predilezione personale del musicista per la cultura e il popolo del Sol Levante, che lo ha portato a sviluppare con i fan di quel paese un rapporto quasi privilegiato. Sono purtroppo lontani i tempi dell’amicizia con Gianni Versace prima e Giorgio Armani poi, in cui, a cavallo tra gli anni Ottanta e i Novanta, Clapton non si sarebbe perso un evento mondano milanese per nulla al mondo… Eric ha comunque da sempre dichiarato il proprio apprezzamento per l’attenzione e il rispetto dimostrati dal pubblico giapponese durante i suoi concerti, aspetto che lo ha portato a registrare alcuni live memorabili (come il doppio Just One Night del 1980) negli impianti avveniristici e nei teatri di quel paese, dando vita a performance dagli standard particolarmente elevati. Ammesso, beninteso, che per Clapton sia possibile parlare di standard e sfumature qualitative…
Continua a leggere ‘Madison Square Garden live e intervista nipponica’

TRTE, ovvero il Vento e il Leone

J.J. Cale ha sempre aleggiato nella musica di Eric Slowhand Clapton come un sospiro discreto e costante nel mix di ispirazioni del musicista di Ripley, fino a The Road to Escondido, lavoro dal profumo artigianale appena uscito che ha il sapore di una serata tra amici di lunga data, passata tra ricordi osceni e whisky stagionato. La presenza del vecchio asceta di Tulsa esalta la chitarra di Clapton attraversando ogni brano dell’album con una musicalità discreta dalla vena maliziosa e malinconica, come tipico del suo stile deliziosamente indolente. Rock, blues, folk e country sono sapientemente miscelati in un cocktail musicale di rare spontaneità ed eleganza grazie ad un arrangiamento equilibrato che non toglie spazio ai soliti riff incontenibili in pezzi dal respiro quasi epico, come Ride The River, Don’t Cry Sister e soprattutto Anyway The Wind Blows, con sonorità mature e intenzionalmente stringate arricchite dai caldi fraseggi "scivolati" e dagli assoli laceranti che solo la chitarra di Eric sa regalare. Ma da tempo, dopo aver deciso di rinunciare ai servigi dello storico amico-manager Roger Forrester che tanta parte aveva avuto nel suo recupero da anni di abusi, Clapton ha intrapreso una vena più intimistica e spontanea che lo ha anche portato a registrare i propri album in studio provando il meno possibile e senza sovraincisioni, grazie ad un team musicale affiatato e all’esperienza pluridecennale e pressoché quotidiana di esibizioni dal vivo sui palchi di tutto il mondo. Svolta che ha coinciso in parte con le vicende personali dell’artista, finalmente approdato al nuovo matrimonio e alle gioie di una paternità in gran parte negatagli in passato da tragiche vicissitudini familiari e sentimentali. Tutto questo aveva trovato espressione per un verso nella riscoperta delle radici blues con due album interamente dedicati alla figura quasi mitica del maestro Robert Johnson, ma anche nel precedente album Back home. In The Road to Escondido, Clapton non trascura questa vena introspettiva tipicamente bluesy che già era stata alla base di capolavori come Tears in Heaven, dedicata al piccolo Conor Loren (scomparso nel 1991), lasciando ora spazio a perle come Hard to thrill, Who am I telling you e alla tenera Three little girls, dedicata alle piccole Ella Mae, Julie Rose e Sophie Belle. Un disco che migliora con l’ascolto e con il tempo, come le grandi opere e il buon vino.
[ Il video della registrazione ] Continua a leggere ‘TRTE, ovvero il Vento e il Leone’