Articoli con tag 'data_scraping'

Paparazzi, ovvero, dal mashup al data scraping

Scraping
is
such an
unkind word…
Mentre non mancano nuove analisi piuttosto superficiali del fenomeno, e nonostante la segnalazione sia già stata oggetto della rubrica Avvistamenti (nella colonna qui a fianco in home page), vale la pena di ricordare che in apertura di Wired spiccava fino a poche ore fa un brillante articolo sulle nuove frontiere del mashup, che configurerebbero un fenomeno per il quale è stata coniata la nuova espressione di data-scraping: fino a che punto è moralmente ammissibile e giuridicamente lecito appropriarsi dei contenuti di un’applicazione web 2.0 per creare servizi alternativi, magari servendosi di strumenti liberamente disponibili online che facilitano il rimescolamento e la diversa combinazione dei flussi di dati originari? Nel descrivere diversi casi di nuove aziende statunitensi citate in giudizio per avere assunto un atteggiamento eccessivamente disinvolto nell’accesso, la manipolazione e la riedizione dei contenuti di servizi di nanopublishing e altre web-app di successo, la famosa testata sembra assumere una posizione piuttosto assolutoria. Lo fa appellandosi alla tendenza attuale alla condivisione implicita nel paradigma del social web ma anche ai precedenti forniti da giganti quali Google e Yahoo, che propendono verso un atteggiamento permissivo nei confronti dei loro epigoni, grazie anche all’aumento del traffico in ingresso reso in definitiva possibile dal fenomeno.

The Internet these days is supposed to be all about sharing. Thanks to a common commitment to open access and cooperation, the data mashups that have defined the Web2.0 phenomenon have exploded.

Continua a leggere ‘Paparazzi, ovvero, dal mashup al data scraping’