Articoli con tag 'cani'

Razza pericolosa

La fame è una brutta bestia e l’apologia di reato è quella che è, ma certe distrazioni andrebbero guardate con umana simpatia. [ Technorati Tags: , ]

Estate

[ Technorati Tags: , , , , , ]

Il pericolo viene dall’Asia

Secondo il regista Abel Ferrara, il rottweiler baciato appassionatamente da Asia Argento durante la torrida scena della strip dance in Go Go Tales sarebbe morto durante le riprese del film. All’attrice il New York Times dedica oggi un lungo e ammirato articolo (con tanto di guida alla pronuncia esatta del nome di battesimo) dopo le svariate interpretazioni con cui Asia ha imperversato all’ultima edizione del Festival di Cannes.
[ Technorati Tags: , , , ]

Veleno per topi

Pare finalmente risolto il mistero alla base della contaminazione di 60 milioni di scatolette di oltre 90 marche di cibo per cani e gatti diffusosi negli Stati Uniti in settimana. Dopo il decesso di almeno 14 animali per problemi renali, nel mangime è stata riscontrata una massiccia presenza di aminopterina, sostanza altamente tossica vietata in Nordamerica e usata come veleno per topi, oltre che per indurre l’aborto e per la cura di tumori e artrite reumatoide. Non si esclude l’ipotesi del sabotaggio.
[ Technorati Tags: , , , , , , , ]

Infedeli a chi?

Il governo saudita si prepara a reprimere duramente l’abitudine di riservare a cani e gatti il rango di animali da compagnia degni di affetto ritenendola "troppo occidentale", mantenendo l’autorizzazione all’uso dei cani per la caccia e la guardia. «Troppi giovani li hanno comprati e passeggiano con questi in pubblico» afferma un comunicato redatto dal Ministero dell’Interno saudita. Ma questa nuova interdizione non ha stupito solo gli occidentali, ma anche i cittadini islamici sebbene già qualche mese fa il governo conservativo arabo avesse definito i cani animali sporchi e contrari all’Islam. Infatti secondo la tradizione islamica, Maometto, fondatore della religione musulmana, amava i gatti e una volta avrebbre lasciato un gatto bere dell’acqua sacra con la quale poi si sarebbe successivamente lavato. Sconcertante. Spiace constatare che l’Islam dimostri con provvedimenti simili di non riuscire a trovare la misura di un confronto rispettoso con una civiltà cui non tiene evidentemente che a rivolgersi in termini di contrapposizione. Personalmente, sull’affetto per gli animali non transigo. E, pur essendo sensibile al problema delle diversità culturali come pochi, ritengo privo di sensibilità e dunque umanamente povero, probabilmente realmente inferiore a prescindere dal credo politico o religioso, chi incapace di affetto nei loro confronti. E poi non esisteva anche il detto secondo cui Maometto preferì tagliare il suo mantello piuttosto che spostare il gatto che ci dormiva sopra? E pensare che hanno anche l’ardire di usare l’espressione "cani infedeli", mentre sono così pochi gli esseri umani a potersi vantarsi di essere veri amici degli animali e meritarne l’affetto… Confido nella parte sana della civiltà. Questa mi fa decisamente repulsione, tanto per non essere volgari.

Esseri sensibili

Adesso sta bene ma questa notte qualcuno ha tentato di disfarsi di lui: l’ha gettato dal finestrino dell’auto mentre correva sulla superstrada Sassari-Alghero. L’ha salvato un turista spagnolo che seguiva la macchina: è un meticcio di tre mesi; è stato ricoverato nel canile che la Lida, un’associazione per la difesa degli animali, ha costruito nelle campagne intorno a Sassari. Aperta la caccia al padrone del cucciolo. Il testimone spagnolo ha riferito agli agenti modello, colore e targa dell’automobile incriminata. In Questura, a Sassari, sperano presto di mettere le mani addosso al colpevole. Secondo la legge sull’abbandono e il maltrattamento degli animali, l’imputato rischia da tre mesi ad un anno di prigione oltre ad una multa di 15.000 euro. –> [ Repubblica.it ]

Per te, che vaghi nel sole o al buio con lo sguardo ferito, senza un tetto o qualcuno da annusare.

Morire in una stiva

E’ una morte da cani per 45 euro, prezzo di un biglietto aereo. E’ successo lunedì scorso a Priscilla, bulldog inglese di tre anni, uccisa da un minimo di 50 gradi e un decollo troppo rimandato dopo essere stata affidata amorevolmente dal padrone Francesco Cusenza agli addetti Alitalia, un’ora prima dell’orario previsto per la partenza dalla Malpensa del suo volo per Palermo. Finalmente a bordo, Cusenza l’ha vista riportare agonizzante nella gabbia sul piazzale dello scalo attraverso un oblò, non prima che fossero già passate tre ore e un quarto dalla consegna. Priscilla è stata cremata ed era sepolta in fondo al Corriere di oggi, dove l’ho appena trovata, e voglio ricordarla. QT?